Seleziona una pagina

Il girone d’andata si chiude con una sconfitta nella capitale per le giallorosse. Una partita dai mille volti quella contro la Lazio, squadra ben organizzata che consolida ancora di più la propria posizione in classifica.

Iniziano forte le ravennati che si buttano fin da subito nella metà campo avversaria. È un bello spunto di Razzolini, infatti, che di tacco allarga verso Vergani che fa partire un cross teso che colpisce il braccio del difensore biancoceleste che fa saltare le panchine. Rigore. Dal dischetto si presenta Capitan Cimatti che non indirizza bene e si fa parare la palla del vantaggio. Due minuti dopo un’ottima Capparelli, tra le migliori, mette in mezzo, Burbassi si fionda sulla palla prova a metterla dentro ma colpisce male e il portiere mette di nuovo in sicurezza.

Cambio di fronte, una palla lunga permette alla veloce Visentin di involarsi verso la porta, Greppi cerca di controllare ma viene beffata da un movimento della 99 che sta per fuggire, il 5 giallorosso l’atterra e l’arbitro fischia un altro rigore, questa volta contro. Dal dischetto Savini la indirizza alla destra di Copetti che con un bel tuffo para e salva il risultato.

Al decimo tutto cambia quando una palla in possesso delle nostre viene buttata nella metà campo avversaria, sempre Savini spazza in avanti una palla che diventa un filtrante alto per Visentin, le marcatrici si trovano sorprese e la 99 si inserisce, vede Copetti leggermente fuori i pali e tenta un pallonetto che si infila in rete. Biancocelesti in vantaggio. Le leonesse cercano subito di reagire ma senza successo, oltre ad un altro tiro pericoloso della Lazio e un’occasione sprecata di Cimatti, il primo tempo finisce dopo 1 minuto di recupero.

Inizia la ripresa e Piras cambia modulo, la partita si fa più combattuta e a tratti divertente grazie a occasioni pericolose da ambo le parti. Un po’ troppe occasioni buttate al vento per le nostre ragazze. La più eclatante è al 31esimo quando sempre il capitano riceve un filtrante alto da Picchi, tenta un pallonetto ma la traversa smorza l’entusiasmo, Burbassi tenta di buttarla dentro ma i difensori avversari si fiondano sulla linea e salvano in extremis. Chi non lo fa l’aspetti, due minuti dopo un gran gol a giro di destro sul secondo palo di Pittaccio chiude i giochi. Ultimo disperato tentativo delle leonesse al 36esimo con una palla indietro di Capparelli verso Picchi che di prima tenta un tiro a giro che si ferma sul palo. Giornata no per le ragazze di Piras.

Ora, altro giro altra corsa, manca un intero girone per far bene.

Queste le parole di Mister Piras: “ Quando si perde è giusto analizzare i propri errori, sapevamo che la Lazio è una signora squadra che ha sfruttato le proprie occasioni, purtroppo a par nostro oggi abbiamo fatto troppi errori sia nei singoli che di reparto in particolare l’errata lettura su palla lunga dalla 3/4 del goal del vantaggio laziale. Purtroppo oggi abbiamo sciupato almeno 4 palle goal facili (che chiedevano solo di essere spinte dentro) più il rigore sbagliato, due legni. Ma in questo gioco ha sempre ragione chi la butta dentro.

TABELLINO

Lazio femminile – Ravenna Women 2-0

11^ Giornata di Campionato Serie B s.s. 2019/2020

Lazio Femminile: Vicenzi, Colini, Pezzotti (84’ Berarducci), Savini, Proietti (70’ Santoro), Clemente, Castiello, Di Giammarino, Pittaccio, Gambarotta, Visentin (74’ Palombi).

A disp: Natalucci, Vaccari, Lombardozzi, Felicella, Coletta. All. Seleman Asciraf.

Ravenna Women FC: Copetti, Capparelli, Giovagnoli, Greppi, Vergani, Ligi (55’ Bouby), Barbaresi, Picchi, Burbassi (76’ Montecucco), Cimatti, Razzolini. A disp: Guidi, Calli, Filippi, Raggi, Moscia

All. Piras Roberto.

AMMONIZIONI

Ravenna: Greppi, Capparelli, Bouby

Lazio: Colini